REPORTAGE
Bagpipe Festival

BAGPIPE FESTIVAL

(testo di Laura Pierangeli)

Le tradizioni popolari sono viaggi nell’anima dei popoli. Il giorno della festa è il momento dell’incontro, dello scambio di emozioni, molte volte grazie a quel linguaggio universale che è la musica.
Il festival della zampogna riprende tutto questo e lo trasporta nel tempo presente facendo rivivere lo slancio, il sentimento, l’eccitazione della festa attraverso uno strumento arcaico e oggi un po’ dimenticato.
Lo zampognaro è un personaggio mitico, è la statuina del presepe che prende vita, che lascia per un attimo la vita del pastore solitario, dell’osservatore di stelle per seguire il suono della festa. E’ lui che, con i gambali tenuti insieme dalle stringhe di pelle nera, la camicia a quadretti, il gilet e la zampogna, essenziale prosecuzione del suo corpo, regala emozioni e ricordi legati a tempi lontani.
Le sue mani rozze diventano delicate e gentili nell’abbracciare lo strumento e accendere la festa. La musica porta gioiosamente il ritmo della vita ad insinuarsi nelle stradine, nei vicoletti dove giocano i bambini e passeggiano senza fretta le persone.
In tutta la campagna antistante quel suono è anche un richiamo mistico ad una religiosità quotidiana che si ritrova nella fatica del lavoro del pastore e allo stesso tempo nel suo bisogno di riposo e di svago.
Il pomeriggio passa veloce osservando questi affascinanti personaggi che nella sacca nera, appoggiata delicatamente sulle spalle, portano con sé suggestioni del passato che cercano discretamente di condividere con chi ha la semplicità di starli ad ascoltare.
Skate Park

SKATE PARK

(testo di Davide Aliberti)

Alle prime luci della sera le rampe di cemento dell’Anagnina Skate Park si popolano di giovani skaters provenienti delle periferie romane. I lampioni proiettano grossi fasci di luce che squarciano il buio illuminando le acrobazie dei partecipanti a questo nuovo rito urbano. Christian Rizzo si propone con questo progetto di documentare fotograficamente questa nuova controcultura che si sta rapidamente diffondendo, creando nuove dinamiche identitarie che accomunano giovani di ogni nazionalità ed estrazione sociale. Rizzo racconta per immagini le storie di questi giovani, gli allenamenti, le amicizie, le evoluzioni sulla tavola e sulle due ruote, il senso di appartenenza a una comunità che di giorno in giorno cresce a partire dal suo centro situato nel margine, nella periferia.
The Dissolute Life

THE DISSOLUTE LIFE

(testo di Davide Aliberti)

Dissolute Life è la testimonianza di una vita al limite, vissuta tra il cemento delle periferie romane e l’ebrezza della tavola da skate. Le immagini raccontano la disillusione, l’assenza di ogni pregiudizio e la libertà dalle convenzioni. Una forma di ribellione silenziosa che è anche segno di una realtà sociale estranea a qualsiasi categorizzazione, in cui l’eccesso è libertà estrema.
Dissolute Life è un reportage che raccoglie alcuni stralci intimi della vita di un outsider, quegli attimi di serenità trascorsi tra le mura domestiche, luogo di raccoglimento, rifugio da una vita da sempre vissuta sul margine.

Procedimento C

PROCEDIMENTO C

(testo di Davide Aliberti)

Procedimento C è un reportage che esplora le fasi del lavoro di un artista campano impegnato nell’antico processo di creazione della carta. La ritualità del gesto, il lento movimento delle mani che impastano, stendono e separano, sfuma in un chiaroscuro che ne traccia i contorni, evidenziandone i particolari e trasformando la creazione artistica in oggetto d’arte.
Il fotografo offre una visuale differente su un’attività che diventa essa stessa arte, fissata in una serie di frammenti, di scorci e di prospettive che delineano i tratti essenziali di una poetica personale, attraverso una sequenza di immagini in bilico tra ombre profonde e luci riflesse che filtrano, sfocano e contrastano la materia grezza, gli strumenti e la successione di mosse che conducono alla creazione finale, spostando l’attenzione dall’artista all’opera nella sua gestazione più intima.
Concrezioni

CONCREZIONI

© 2012 Christian Rizzo Photography
Designed by Yun Creative Labs